Testata giornalistica a cura di Alberto Mangano e Giovanni Vigilante
In primo piano News

La 25esima giornata di B

di Michele Caggiano

I risultati della 24esima di B, per la prima volta nel corso di questa stagione, hanno delineato la graduatoria del torneo cadetto. La classifica, mai come prima, individua chiaramente le squadre che possono ambire alla promozione diretta, quelle che aspirano a giocarsi gli spareggi promozione, quelle che sono candidate a disputare un campionato tranquillo, quelle che dovranno lottare per non retrocedere.

In testa appare evidente che Frosinone, Palermo ed Empoli si contenderanno la vittoria e la piazza d’onore del campionato che decretano anche il passaggio diretto nella massima serie.

Il Frosinone sta tenendo fede alle aspettative della vigilia: la squadra ciociara è partita con i favori dei pronostici e macina punti e vittorie. Nell’ultima di campionato ha travolto il Pescara di Zeman con un secco 3-0 casalingo ed è attesa alla prova del nove del San Nicola: tornare con un risultato positivo dalla trasferta di Bari, peraltro contro una squadra in crisi di risultati e di identità bisognosa  di punti promozione, confermerebbe con ogni probabilità che i gialloblù sono la vera squadra da battere in questa stagione.

A 3 punti dalla capolista inseguono Empoli e Palermo con umori diametralmente opposti. Le due squadre si sono incontrate al Castellani nell’ultimo turno in un match senza storia: il 4-0 dei toscani, condito dalla tripletta del mattatore Caputo, ha messo in evidenza lo stato di grazia degli azzurri rivitalizzati nel gioco e nella condizione dalla cura Andreazzoli e una inaspettata fragilità difensiva e mentale dei rosanero di Tedino. Il prossimo turno, pur con i favori del pronostico, non sarà una passeggiata tenuto conto che i toscani saranno ospiti dell’Ascoli, penultimo in classifica, ma segnalato in ripresa dopo la vittoriosa trasferta di Novara, mentre gli isolani ospiteranno nel monday night il Foggia che, dopo il mercato invernale, sembra abbia trovato la quadra per affrontare la serie cadetta, convinzione corroborata dalle ultime ottime prove, l’ultima con la vittoria in rimonta contro l’Avellino.

Tra le pretendenti ad un posto playoff, il sorprendente Cittadella insegue il terzetto di testa con 38 punti, a 5 punti dal Palermo. I veneti hanno inanellato la settima vittoria esterna in campionato imponendosi per 3-1 sul campo del Perugia e confermandosi la squadra corsara del torneo. Si apprestano ad ospitare, nel posticipo domenicale, il Novara, che in settimana ha esonerato Corini chiamando al suo posto il navigato Mimmo Di Carlo.

Segue a 36 punti il Parma che, dopo l’inattesa sconfitta per 2-1 in quel di Brescia, proverà a riprendere la corsa promozione ospitando al Tardini il Perugia che si presenterà in forte emergenza considerata la squalifica di tutti i centrali difensivi. Appaiata in classifica, l’altra neopromossa Cremonese dovrà far dimenticare ai propri tifosi la brutta sconfitta casalinga patita per mano della Pro Vercelli; il compito si prospetta arduo considerato che farà visita al Carpi che segue in classifica ad un solo punto di distanza e che, con Bari e Venezia, chiude il treno delle pretendenti agli spareggi promozione. Gli uomini di Inzaghi, dopo aver travolto il Bari per 3 reti ad una, saranno  impegnati nello scontro diretto in trasferta a La Spezia con la squadra locale che in classifica segue a 34 punti ed è reduce dal vittorioso derby di Chiavari.

Le squadre comprese tra l’11esimo e l’ultimo posto, attualmente occupati rispettivamente dal Pescara(31 pt) e dalla Ternana (22 pt), sono racchiuse in soli 9 punti. La seconda metà della classifica di fatto comprende tutte quelle formazioni che per un motivo o per un altro si trovano in corsa per la salvezza. I risultati dell’ultimo turno, inoltre, rafforzano la convinzione che la forbice possa ulteriormente stringersi se si tiene conto che, tranne la Ternana e l’Entella, tutte le squadre impelagate nelle ultime posizioni hanno vinto (Ascoli, Pro Vercelli, Cesena, Brescia, Foggia) e approfittato delle contemporanee cadute di Pescara, Perugia, Novara e Salernitana. Per quanto detto, gli scontri diretti Avellino-Cesena, Pescara-Salernitana, Pro Vercelli-Brescia e Ternana-Entella costituiscono forse il piatto più interessante della 25esima giornata.

Allora….. non ci resta che gustare il Campionato!

Redazione Solofoggia.it

Redazione Solofoggia.it

Articoli correlati