Quotidiano sportivo a cura di Alberto Mangano e Giovanni Vigilante
In primo piano La partita

Stroppa: “Siamo sulla strada giusta”

Siamo sulla strada giusta!

L’allenatore del Crotone ha buone parole anche per la sua ex squadra.

“Considero il Foggia una delle squadre più forti del campionato, gli mancavano giocatori importanti, e quindi il risultato di questa sera per la mia squadra vale doppio. Non era facile giocare allo Scida dopo lo scivolone di Padova. Mi piace questo risultato ma c’è ancora tanto da lavorare.”

Ma Stroppa è anche soddisfatto per quello che ha visto

Approccio, determinazione, attenzione, giocate che si cominciano a vedere. Queste sono le cose buone che ho visto stasera. Il Singolo che si esalta nella qualità del gioco ed il gioco che esalta la qualità del singolo.”

L’esordio allo Scida ha lasciato belle emozioni a mister Stroppa.

Ho visto ciò che avevo apprezzato in TV. Cori e canti per novanta minuti ed una coreografia di pubblico da lasciare senza fiato”.

Ritornando alla partita mister Stroppa ha sottolineato anche le prestazioni di alcuni singoli.

“Io alleno una squadra fortissima c’è solo da tirar fuori autostima e consapevolezza. Dobbiamo riprendere quella mentalità che la squadra aveva in Serie A, anche se sono cambiate alcune condizioni: ora il risultato dobbiamo andarcelo a prendere noi. Firenze è quello che rispecchia di più queste caratteristiche. Cuomo era pronto ed oggi ha fatto una bella partita. Budimir ha ripreso da una settimana e non ha ancora i 90 minuti nelle gambe. Con attaccanti di qualità si difende anche meglio. Davanti hanno lavorato bene, c’è stato un buon filtro, così come ha funzionato la costruzione da dietro che ci ha concesso di giocare bene anche in avanti. Per Martella vale lo stesso discorso di Budimir, ma ha fatto una bella partita”.

Il mister ritorna sul gruppo e sulla squadra.

“La forza di questa squadra è quando gioca la palla da dietro. Il gol di Rohden è nato proprio da un’azione iniziata dalla nostra difesa. E’ sicuramente più rischioso ma ci consente di essere più pericolosi. La squadra ha una già una buona identità e già si vedono le idee che sto cercando di inculcare ai ragazzi”.

Giatur
Fonte: ilrossoblu.it

Redazione Solofoggia.it

Ultimi articoli