Quotidiano sportivo a cura di Alberto Mangano e Giovanni Vigilante
In primo piano La partita

Il Foggia è fuori dalla Coppa Italia

Continua il momento buio per il Foggia eliminato al secondo turno di Coppa Italia di Serie C dall’Avellino. L’incontro è terminato con il risultato di 3-1 per i padroni di casa. I rossoneri erano scesi in campo con una, fin qui, inedita formazione condita da quei giocatori che meno avevano visto il campo in campionato. Oltre che a favorire il riposo dei titolari impiegati nelle quattro gare giocate nelle ultime due settimane, la mossa era giustificata dalla speranza che la voglia di mettersi in mostra dei vari Dalmasso, Vacca, Riccardi, Fiorini, Papazov, Rossi e Tounkara, potesse recare valore aggiunto al gioco dei satanelli. Ed invece Dalmasso ha fatto capire perché gli venga preferito Nobile: poco prima della mezz’ora di gioco si addormenta su un innocuo quanto debole colpo di testa di Tozaj che porta in vantaggio i lupi, mentre al 52′ respinge goffamente una conclusione centrale di Pezzella che viene ribadita in rete da D’Angelo per il raddoppio.  Passano pochi minuti e gli irpini chiudono la pratica grazie ad un calcio di rigore di D’Amico fischiato per un precedente fallo di Peralta. A nulla, se non al morale, serve il gol della bandiera di Martini, appena entrato al posto di Vacca, su battuta dal corner sempre di Peralta, ultimo ad arrendersi e che, prima della fine,  ci proverà con un tiro da lontano finito di poco alto.

A fine gara Cudini giustifica la sconfitta recriminando sugli episodi poco felici che hanno spianato la strada agli avversari non apparendo completamente deluso della prestazione dei suoi ragazzi, archiviando, di fatto, l’esperienza in Coppa. Il pensiero ora è al posticipo di lunedì sera quando il Foggia farà visita, per la tredicesima di campionato, alla capolista Juve Stabia. E saranno proprio le vespe gialloblù, che hanno eliminato la Turris dopo i tempi supplementari , gli avversari dell’Avellino nel terzo turno di Coppa.

AVELLINO – FOGGIA 3-1

Marcatori:  27′pt Tozaj (A) , 7′st D’Angelo (A) , 11′st rig. D’Amico (A), 30′st Martini  (F) .

AVELLINO (3-5-2)

Pane; Cancellotti, Dall’Oglio, Nosegbe-Susko; Sannipoli, Maisto (32′st Lores Varela), Pezzella (36′st Casarini), D’Angelo (17′ st Mazzocco), Falbo; Russo (1′ st D’Amico), Tozaj (17′st Patierno). A disp. Pizzella, Ricciardi, Palamara, Fusco, Marconi, Patierno. All. Pazienza.

FOGGIA (3-5-2)

Dalmasso; Salines, Riccardi, Papazov; Fiorini (29′st Embalo), Odjer, Vacca (29′st Martini), Rossi, Vezzoni; Peralta, Tounkara. A disp. De Simone, Nobile, Garattoni, Pazienza, Agnelli, Schenetti, Di Noia, Rizzo, Di Modugno, Carillo, Tonin, Idrissou, Brancato. All. Cudini.

Arbitro: Baratta di Rossano

Assistenti: Zezza di Ostia Lido, Romano di Isernia

IV Uff: Verrocchi di Sulmona

Foto: Antonellis- Calcio Foggia 1920

Print Friendly, PDF & Email
Giovanni Vigilante

Giovanni Vigilante

Giornalista, inizia come inviato della trasmissione sportiva Direttissima su Telefoggia, programma di successo dei primi anni del 2000. Successivamente passa a TeleRegione e segue le gesta dei rossoneri per la trasmissione Forcing. Già autore delle “Sventagliate” per Foggiasport24, collabora con il free press “Piazza Affari” per la rubrica “Piazza Rossonera” e per i siti CalciodelSud e PianetaSerieB.

Ultimi articoli