Quotidiano sportivo a cura di Alberto Mangano e Giovanni Vigilante
In primo piano La partita

Il Cerignola in rimonta si aggiudica il derby

Foggia – Cerignola 2-3

Marcatori: 18’pt Costa (F), 7’st Peralta (F), 12’st Russo (C), 29’st Malcore (C), 36’st Neglia (C)

Foggia (3-5-2)

Nobile; Malomo (32’st Nicolao), Di Pasquale, Rizzo; Garattoni (20’st Tonin), Frigerio (32’st Schenetti), Petermann (26’st Odjer), Di Noia, Costa; Peralta (20’st Leo), Vuthaj. A disp. Illuzzi, Dalmasso, Chierico, Ogunseye, Sciacca, Peschetola, Iacoponi. All. Gallo

Cerignola (3-5-2)

Saracco; Campomaggio, Allegrini, Blondett; Achik (41’st Bianco), Langella (41’st Botta), Tascone (13’st D’Ausilio), Sainz-Maza (41’st Giofré) , Russo; D’Andrea (18’st Neglia), Malcore. A disp. Fares, Trezza, Olivera, Inguscio, Farucci, Basile, Vitali, Signorile. All. Pazienza

Arbitro: Scatena di Avezzano
Assistenti: Votta di Moliterno e Dell’Orco di Policoro
IV Uff: Leone di Barletta

Ammoniti: Petermann (F), Sain-Maza (C), Garattoni (F), Campomaggio (C)

 

Il Cerignola dopo esser stato in svantaggio per 0-2, con un ottimo secondo tempo, recupera lo svantaggio e vince per 3-2. Un derby senza pubblico si conclude con una beffa per il Foggia che già assaporava la vittoria e che invece si ritira con una brutta sconfitta.
Un derby senza la cornice che avrebbe merita. Un derby svuotato della bellezza di un confronto in Capitanata. Un derby che comunque va giocato e onorato. Il Foggia ci arriva in vantaggio di un punto rispetto agli avversari e, considerando l’inizio di stagione, c’è da sottolineare come i rossoneri abbiano ingranato una marcia in più rispetto ai gialloblu nell’ultimo periodo.
Inizia la partita in questo clima surreale. Le due squadre cominciano a studiarsi.
Bisogna aspettare il 10′ per vedere la pima azione: su corner di Costa timido colpo di testa di Frigerio che termina sul fondo. Subito dopo replica Achik il cui tiro violento sfiora il palo alla destra di Nobile.
Al 13′ veloce ripartenza del Foggia che mette nelle condizioni Costa di mettere una palla forte e tesa sulla linea di porta, Vuthaj ci arriva ma clamorosamente la palla va fuori.
Al 18′ arriva il vantaggio con Costa che realizza direttamente su corner. 1-0.
Al 19′ cross di Di Noia dalla sinistra e Frigerio da buona posizione stecca.
C’è la reazione degli ospiti ma è sterile mentre il Foggia quando scende dà l’impressione di poter fare ancora male.
Al 31′ si libera Malcore al limite dell’area e lascia partire un tiro che è di poco oltre l’incrocio dei pali.
Nella fase finele del primo tempo, il Cerignola di più sull’acceleratore. Al 44′ una punizione di Sainz Maza giunge inoffensiva tra le braccia di Nobile.
Finisce il primo tempo con il vantaggio dei rossoneri per 1-0.
Secondo tempo
Si parte e il Foggia raddoppia: triangolo in area tra Garattoni e Peralta con un tiro angolato a mezza altezza sul quale Saracco non può nulla. 2-0. Siamo al 51′.
Al 58′ il Cerignola accorcia le distanze con Russo che raccoglie un prezioso assist di Malcore e dopo la prima ribattuta di Nobile, deposita la palla in rete. 2-1.

Al 65′ fanno il loro ingresso in campo Leo e Tonin al posto di Peralta e Garattoni e dopo 5 minuti tocca ad Odjer prendere il posto di Petermann.
Al 74′ cross dalla sinistra, Nobile incerto nell’uscita e Malcore, praticamente solo, di testa appoggia la palla in rete. 2-2.
Gallo allora decide di far entrare Schenetti e Nicolao al posto di Frigerio e Malomo.
All’81’ la palla giunge a Neglia che si gira e realizza. 2-3.
All’ 83′ tiro di Costa dalla distanza ma la palla sfiora il palo di Saracco.
In pieno recupero, da cross dalla sinistra sfiora Leo di testa disturbando Nicolao che di testa non ci arriva bene.
Allo scadere colpo di testa addirittura di Nobile su corner, Sarracco si tuffa e blocca. Finisce così la partita con la vittoria del Cerignola.

Redazione Solofoggia.it

Redazione Solofoggia.it

Ultimi articoli