Quotidiano sportivo a cura di Alberto Mangano e Giovanni Vigilante

di Mimmo Attini

L’impresa è di quelle non semplici, vincere con tre gol di scarto con questo Cerignola è veramente dura.
Ma fortunatamente il calcio spesso regala imprese che restano nella storia.

Ed è proprio questo il punto, i ragazzi di mister Rossi devono riscrivere la storia di una partita che sembra già segnata.
Sappiamo perfettamente che i valori in campo tra le due compagini non è assolutamente sbilanciato a favore degli ofanti, anzi, molto probabilmente è la squadra rossonera ad avere un tasso tecnico e di esperienza maggiore degli avversari. Ma quello che è mancato ai ragazzi di Rossi è il carattere, il cuore, la “fame” calcistica, la cattiveria agonistica.
Questi sono i vari commenti che si leggono nei vari social. La squadra rossonera è mancata proprio in questo a differenza di un Cerignola affamato, che dal primo minuto ha triplicato le forze per sbarazzarsi del suo avversario.
Ma è veramente tutto finito? Siamo ai titoli di coda?
Per tanti, finché c’è un filo di speranza, bisogna crederci. Resta ancora una gara da giocare e questa volta allo Zaccheria.
È l’ultimo sforzo da fare per restare ancora dentro e continuare a sognare. Tanti sono i gruppi di tifosi che invitano tutti a sostenere ancora una volta la squadra. Per fare l’impresa bisogna essere tutti dalla stessa parte, giocatori e pubblico. I miracoli calcistici esistono e bisogna crederci. Solo quando tutto sarà finito, allora sarà tempo di analisi e processi.

(Ph. Alessandro Forcelli)

Redazione Solofoggia.it

Ultimi articoli