Quotidiano sportivo a cura di Alberto Mangano e Giovanni Vigilante
In primo piano L'opinione

Andiamo avanti!

Sembra esserci frenesia intorno alle vicende del Foggia, c’è la corsa allo scoop, ad immaginare un futuro che debba necessariamente diverso da quello attuale. Al momento però non ci sono alternative a questa società. Molte voci, fondate o meno, ma di certo evidentemente non ci sono i presupposti reali per un cambio di guardia.
Tutti speravano che il progetto di un anno fa potesse avere un futuro ma, indipendentemente dalle singole responsabilità, il matrimonio tra Canonico e Zeman è naufragato e, in questi casi, è sempre difficile addossare colpe nette da una parte o dall’altra.
Cosa fare allora? Fermarsi per sempre? È il tempo di programmare la prossima stagione e forse si è anche in ritardo. Dobbiamo aspettare questi magnati che dovrebbero rilevare le quote di Canonico? E siamo sicuri che ci sia qualcuno che abbia voglia di iniziare un nuovo progetto e soprattutto che abbia una certa solidità economica da far dormire sonni tranquilli?
Spesso, nella storia del club, molte estati sono state vissute con l’ansia dell’ultimo giorno, delle cordate e dei soldi che non erano mai sicuri. Oggi forse stiamo vivendo un momento diverso, meno problematico e con la sola delusione di quello che poteva essere e non è stato. Dopo tutto è giusto piangere il “morto” ma dopo un po’ bisogna per forza voltare pagina.
Riteniamo che la vita debba andare avanti, che si debba pensare ad un futuro che andrà valutato a fine stagione e non certo a priori. I calciatori passano, gli allenatori pure ma il Foggia resta e questo al momento sembrerebbe essere la notizia più confortante

Alberto Mangano

Alberto Mangano

Giornalista sportivo , opinionista televisivo. Tra le sue collaborazioni quella con Il Mattino di Foggia. Autore del sito www.manganofoggia.it sulla storia, la cultura e le curiosità sulla sua città. Autore inoltre di diversi libri su Foggia e sul Foggia.
Seguimi su:

Ultimi articoli